Le assicurazioni per la ripartenza. Italiani ancora poco inclini al mondo delle polizze.

L’ultimo monitor realizzato dal Censis in collaborazione con Banca Mediolanum lo ha messo ben in evidenza: la popolazione sta attraversando un periodo difficile, che genera incertezza esistenziale

Le principali preoccupazioni riguardano la serenità familiare e la tranquillità economica

Quella del #COVID è sicuramente una sfida che ci ha colto di sorpresa, ma ha visto gli italiani reagire sviluppando resilienza e coesione in moltissimi frangenti.

Manca un tassello fondamentale però, i dati indicano chiaramente che la strategia adottata è la medesima utilizzata davanti alla crisi del 2008: #liquidità disponibile subito, risparmio parcheggiato nei conti correnti, risposta alle emergenze colpo-su-colpo… sperando che il gruzzolo lasciato a disposizione sia sufficiente a sopportare l’urto dell’imprevisto. Bene, giusto. Ma fino ad un certo punto.

Questa reazione va messa in correlazione con la tendenza a non spendere energie in una valutazione dei #rischi e delle #risorse disponibili.

Sia per conto proprio, sia, ancora meglio, insieme ad un consulente professionista, si possono:

  • mettere in luce rischi importanti che incombono sulla propria serenità e su quella dei propri cari, 
  • investire risorse nelle coperture assicurative relative
  • distribuire i flussi in entrata su risparmi mirati su tempi e obbiettivi, destinando al conto corrente l’essenziale per alimentare in “tesoretto d’emergenza-cash”.
  • gestire anche le giacenze disponibili in “eccesso” su soluzioni congrue al proprio profilo.

I risultati dell’indagine realizzata dall’ANIA ci dice che quest’anno c’è stato sicuramente un incremento dell’interesse per le coperture assicurative, ma il livello di protezione degli italiani resta ancora basso.

Gli italiani spendono pochissimo in coperture assicurative: mediamente circa 300 euro all’anno in polizze non obbligatorie. La media europea è attorno ai 1000 euro; anche mercati simili al nostro, come la Spagna, investono più di noi.

E non ci sono scuse… 

Con 150 € annui si può ottenere una tutela di base, ma efficace, contro gli #infortuni, h24, non solo sul lavoro o alla guida.

Con 200 € annui hai la #tutela legale per tutto il nucleo.

Con 120 € annui proteggi tutto il nucleo da responsabilità civile nel contesto domestico, nel tempo libero, sul monopattino, la bicicletta, al parco, mentre viaggi.

Sono esempi di premi (mensilizzabili tra l’altro) abbordabilissimi, non rilancio al ribasso, sia chiaro.

Concludendo con positività.

Sì, ce la stiamo facendo.

Sì, siamo lontani dal ritorno alla normalità.

Sì, bisogna raccogliere energie per affrontare tutto al meglio. 

Sì, bisogna avere un piano, una strategia.

E sì, il messaggio è che se mi chiami e mi inviti ad incontrarti per fare il mio lavoro al meglio, sono felice.

Buon 2021!

#infortuni #tutelalegale #responsabilitàcivile #polizza #assicurazioni #consulenza